venerdì 30 dicembre 2011

Il venerdì del libro : Piccoli Brividi

Scommessa con la morte. Horrorland: 15 (Piccoli brividi)
Per l'appuntamento del venerdì con il libro, vi segnalo  un libro per bambini, l'ultima passione del mio piccolo: 
Piccoli Brividi.
Quello sopra è uno dei libri che ha letto durante la degenza dopo l'intervento, e ne ha ricevuti alcuni anche per Natale, una vera passione per lui. Ed io sono contenta di vederlo leggere finalmente, cosa che non succedeva mai. Gli è sempre piaciuto ascoltarmi mentre gli leggevo i libri, ma non ha mai amato leggere.


Trama di "Scommessa con la morte" : 
In vacanza con l'amico Ryan nel Paese degli Orrori, Jessica compera una moneta con due teste nel sinistro negozio di Jonathan Chiller. La ragazzina, appassionata di trucchi magici, vorrebbe solo stupire gli amici con i suoi tiri sempre vincenti, ma una volta tornata a casa scopre che la moneta ha ben altri poteri. In un lampo Jessica e Ryan si ritrovano scaraventati all'indietro nel tempo, e finiscono davanti al boia in un castello medievale. Grazie alla moneta riescono a fuggire, ma devono affrontare guardie feroci, allevatori di ratti, un infido mago e persine un principe senza testa. Riusciranno i due amici a salvare la propria? 
Età di lettura: da 10 anni.


Buona lettura.

giovedì 29 dicembre 2011

To do list di dicembre

E' finito anche il mese di Dicembre e con esso questo 2011 è agli sgoccioli. Non è stato per noi un anno particolarmente positivo, ma meglio non lamentarsi troppo e cercare di vedere sempre positivo, che come dice il maritino se sorridiamo, le belle cose arriveranno anche qui...Crediamoci.
Per il resoconto di questo 2011 scriverò un altro post. Oggi mi limito a tirare le somme alla mia to do list mensile.
Per prima cosa, nei giorni scorsi è stato rimosso il gesso al mio piccolino, che sta riprendendo piano piano a camminare senza stampelle e nei prossimi giorni dovrà fare alcuni esercizi più volte al giorno per la riabilitazione.Il piede è ancora gonfio, ma ci vuole tempo e pazienza. Ma per ora è andato tutto bene, aspettiamo la prossima visita di controllo a fine gennaio.
I preparativi per il Natale sono andati bene, abbiamo fatto tante decorazioni "handmade", i regali sono stati fatti senza correre,  ma con largo anticipo, il vantaggio dell'essere mamma e casalinga a tempo pieno. Il mercatino di Natale a scuola è andato benissimo ( quella sopra è la torta Golosona che ho preparato io per quel giorno) prossimamente posterò le foto di quello che abbiamo acquistato.
I colloqui al Liceo non sono riuscita a farli e sono stati rimandati a fine gennaio dopo la chiusura del quadrimestre.
Ho corso un po',  ma non come avrei voluto , anche perché sono stata più di quindici giorni con la tracheobronchite, ma mi rifarò dopo le abbuffate di queste feste natalizie.
Invece sono riuscita a ritagliarmi delle ore solo per me, vedi cinema con mia sorella, pranzo con un'amica, shopping con un'altra.
E questo è quanto...Ovviamente vi auguro BUON 2012.

mercoledì 28 dicembre 2011

Ho visto : Vacanze di Natale a Cortina

Locandina Vacanze di Natale a Cortina


"A Cortina, dove la neve fiocca e i vip sfilano, l'avvocato Covelli ha deciso di appendere l'infedeltà al chiodo e di tornare ad essere il consorte leale di Elena, moglie tradita che risolve di tradirlo, ricambiando la sua decennale 'cortesia'. In una villa non troppo lontana dai Covelli intanto il brusco ingegner Brigatti prova a chiudere un contratto con un importante fornitore di gas russo, Fiodor Isakovic, marito geloso e diffidente di Galina, una giovane donna intensa e slanciata col vizio del pop italiano e della pasta con le sarde. Appassionata della cultura italiana popolare cede al fascino tutto siciliano di Lando, factotum del Brigatti e portatore sano della virilità italiana. Nell'albergo più esclusivo di Cortina soggiornano invece gli outsider della provincia, che accedono all'establishment con una vincita al gioco o un'offerta speciale. Sorelle e cognati approdati sulla terra dellevery important person si affronteranno in una guerra all'ultimo vip, compiacendosi e 'rosicando' a turno. Tra corna, promesse infrante e tradimenti sistematici passerà il Natale e un altro anno. "
Tratto da Mymovies

In questi giorni di feste non potevo esimermi dal vedere  il cinepanettone perché non è Natale senza cinema . Il film ritorna alle origini. Mi hanno fatto morire dal ridere Christian De Sica e la Ferilli . Una nota positiva anche Memphis. Non un grande film, ma sicuramente tante ma tante risate per grandi e piccini.

martedì 27 dicembre 2011

Le nostre feste di Natale

I primi giorni di festa sono andati abbastanza bene. Abbiamo passato questi giorni in famiglia, come è giusto che sia, mangiando tanto, giocando a tombola, a carte, a Taboo e a Quizettone. I regali  di Natale ai ragazzi sono piaciuti, pochi ma buoni. Ed anche io sono rimasta soddisfatta, ho ricevuto : una mega borsa, un paio di stivali neri, un profumo, un  caldo pigiama di pile, un plaid, lenzuola matrimoniali e due libri di cucina: I menu di Benedetta e Le mie migliori ricette Giallo Zafferano, di cui parlerò nei prossimi giorni. Un Natale tranquillo e sereno nonostante tutto. Non sono mancate le cene con amici, il cinema, pomeriggi a bere cioccolata calda e a farci tante coccole.
Un Natale in compagnia, come piace a me, durante le feste, avendo più tempo, mi piace condividere la gioia e la serenità, e non pensare per qualche giorno ai mille problemi di sempre.
Ora un po' di corsa per smaltire le calorie accumulate in vista delle prossime abbuffate...
Nei prossimi giorni quando avrò un po' più di tempo, posterò qualche foto. Questa intanto era la poesia che  accompagnava il regalo che mio figlio ha fatto a scuola. Poesia che trovo bellissima :


E’ Natale ogni volta
che sorridi a un fratello
e gli tendi la mano.
E’ Natale ogni volta
che rimani in silenzio
per ascoltare l’altro.
E’ Natale ogni volta
che non accetti quei principi
che relegano gli oppressi
ai margini della società.
E’ Natale ogni volta
che speri con quelli che disperano
nella povertà fisica e spirituale.
E’ Natale ogni volta
che riconosci con umiltà
i tuoi limiti e la tua debolezza.
E’ Natale ogni volta
che permetti al Signore
di rinascere per donarlo agli altri.
Madre Teresa di Calcutta.

Buone feste


venerdì 23 dicembre 2011

Il venerdì del libro: Il mio primo libro di Natale

Il mio libro di Natale

Per il venerdì del libro, non potevo non segnalarvi un libro che ci ha regalato un'amica anni fa, e che rispolveriamo volentieri ogni anno in questo periodo.
L'orsetto Bubi Bu invita tutti i bambini a seguirlo nelle pagine di questo libro: per leggere racconti sul Natale,  ( la storia di Gesù, di Babbo Natale, della Befana) cantare le canzoni di Natale, disegnare, costruire tanti regali originali, ritagliare gli addobbi per l'Albero, cucinare golose ricette delle Feste... c'è di tutto per creare l'atmosfera natalizia, se vi manca un regalino per un bambino da fare è un bella idea.
Buona lettura e Buone feste. 

giovedì 22 dicembre 2011

Dolcetti tipo muffin alle mele


La foto non è il massimo, ma erano davvero squisiti. Su suggerimento di Roby  ho preparato questi muffin: Ingredienti : 2uova intere, 100g di zucchero, un pizzico di sale fine, buccia di limone bio, 30g di acqua, 60g di olio extravergine di oliva, 110g di farina00, 1 cucchiaino di lievito per dolci , mela a pezzi e codette.
Ho montato le uova intere con lo zucchero , ho aggiunto il sale, la buccia del limone poi l’acqua unita all’olio. Per  ultimo  ho unito la farina setacciata con il lievito.  Ad una parte dell'impasto ho aggiunto pezzi di mela all'altra parte codette di cioccolato, visto che i figli non amano molto i dolci con le mele, purtroppo. Ho  poi messo il tutto  in stampi per muffin e ho  cotto in forno a 180° per circa 10/15 minuti. L'unica cosa che farò la prossima volta sarà quella di riempire un po' di più gli stampi perché si sono gonfiati poco.
Sono finite in un attimo, la ricetta prima delle modifiche era questa.

Me lo merito

Me lo merito
— farsi un dono, darsi valore, fermarsi un istante, regalarsi un sorriso,
amarsi un pochino di più, ricordarsi di essere donna –.


In riferimento alla rubrica su Trashic, vorrei almeno una volta al mese, trovare il tempo di scriverlo anche qui per  il mio: "me lo merito" .
Ieri è stato il pomeriggio del "me lo merito", ho passato qualche ora con un'amica di vecchia data, che non vedevo da mesi, è stato piacevole pranzare insieme, parlare del più e del meno, come solo due amiche sanno fare, gironzolare per i negozi del centro commerciale, quasi vuoto, alla ricerca degli ultimi regali di natale, provarsi abiti, ricercare dettagli...e soprattutto non dover tenere d'occhio i figli o avere i mariti che si lamentano.
E ci siamo ripromesse di farlo più spesso, perché ha fatto bene ad entrambe, è stato rigenerante e divertente.


mercoledì 21 dicembre 2011

Ho visto : Il giorno in più


Ho visto al cinema il film tratto da un libro di Fabio Volo, letto tempo fa. Devo dire che non mi è dispiaciuto, conoscevo la storia e mi è piaciuto vederla, una bella storia d'amore come ce ne sono poche purtroppo, nulla di speciale, ma bella nella sua semplicità iniziale. Mi ha fatto un po' tornare indietro nel tempo, quando ero adolescente mi era capitato di essere attratta da un ragazzo che vedevo sulla metropolitana quando tornavo da scuola, ma nonostante ci fossero' sguardi da entrambe le parti, nessuno ha mai avuto il coraggio di fare il primo passo. Cosa che invece fa la protagonista e devo dire che l'attrice, Isabella Aragonese mi è piaciuta molto. 

La storia : 

"Giacomo Pasetti ha quarant'anni, molte donne e poca voglia di impegnarsi. Single a Milano è lasciato malamente dalla fidanzata di turno che sognava un amore maturo e le chiavi di casa. Abile osservatore del prossimo ha sempre la battuta pronta e una donna di riserva per scaldarsi le notti. Intorno a lui, madre, amici e colleghi provano a responsabilizzarlo, descrivendogli le gioie del matrimonio e della paternità. Ma niente sembra davvero emozionarlo tranne forse quella ragazza sconosciuta che ogni mattina incontra in tram e da cui proprio non gli riesce di staccare gli occhi. Turbato dalla sua grazia racconta a tutti di essersi finalmente innamorato e legato a una giovane donna di nome Agnese, quietando per qualche tempo il desiderio di chi lo voleva accasato. Una mattina però l'ideale Agnese lo inviterà a scendere dal tram per un caffè rivelandogli di chiamarsi Michela e di essere in partenza per New York. Dopo una cena e un primo lungo bacio, Giacomo la raggiungerà a sorpresa negli States per convincerla e convincersi che forse davvero l'amore 'è una cosa meravigliosa"
Tratto da MyMovie. 

Giorni fa ho letto su un inserto del Corriere della Sera un articolo scritto dallo stesso Fabio Volo in cui parlava dell'amore per la lettura scrivendo cossi' :
"All'età di 16 anni ho scoperto il piacere puro di incontrare i personaggi dei libri, di confrontarmi e addirittura di misurarmi con loro...E poi leggere è bello, punto. Io a volte dopo aver letto un libro mi sento sazio, appagato, soddisfatto....Il mondo era pieno di opportunità, e la cosa meravigliosa era che è stata la lettura a donarmi gli occhi in grado di vederle...La lettura mi ha insegnato il coraggio di sbagliare."
Mai parole furono più vere, leggere è bellissimo permette di trovarsi in altri mondi, di conoscere tante storie e di fantasticare un po'.




martedì 20 dicembre 2011

Swap di Natale Forum Mamma Felice spedito

Come già anticipato nel post precedente, come tutti gli anni ho partecipato allo swap sul Forum di MammaFelice .
Questo è quello che ho mandato alla mia abbinata . Ho voluto cambiare tecnica quest'anno e non fare una decorazione in feltro. Ho fatto l'addobbo con il decoupage, una pallina di plastica a forma di alberello, poi un bigliettino d'auguri e qualche dolcetto per i suoi cuccioli.
Sono contenta che sia piaciuto.

lunedì 19 dicembre 2011

Ho vinto due giveaway

Nel giro di pochi giorni ho vinto due giveaway .
Uno su : http://alberdellavita.blogspot.com/, grazie mille Elisabetta, utilissimi e bellissimi. Sei davvero brava.
L'altro :Supermamma. Grazie. Decorazioni davvero carine, soprattutto i bastoncini di zucchero.
Grazie ad entrambe ed ogni tanto un po' di fortuna capita anche a me. E se è vero il detto non c'è due senza tre, resto in attesa.

venerdì 16 dicembre 2011

Il venerdì del libro : I vulcani


Per il venerdì del libro, oggi voglio segnalarvi un libro che mio marito ha regalato al piccolo in questi giorni. Un libro che abbiamo sfogliato e letto molte volte, perché molto interessante. Fa parte della collana Alla scoperta del mondo. 
Ci sono le risposte a mille domande : Come nascono i vulcani? Da dove proviene la lava? E' vero che tutte le eruzioni si assomigliano? Può un vulcano restare addormentato a lungo e svegliarsi bruscamente? Cosa c'è in un cratere? Cosa è successo a Pompei? Si può prevedere un'eruzione?
Un libro ricco di illustrazioni, fotografie che permetteranno di capire meglio il vulcanismo.
Buona lettura.

giovedì 15 dicembre 2011

Swap di Natale Forum MammaFelice ricevuto


Queste sono le decorazioni che ho ricevuto da Cate per lo swap del Forum di MammaFelice. Davanti e dietro due alberelli e una stella di cartone ondulato con tante decorazioni e dietro feltro. Un'idea semplice ma davvero carina. Li abbiamo appesi subito sull'albero.
Grazie ancora Caterina.

mercoledì 14 dicembre 2011

Ultime creazioni per il mercatino di natale


Ecco gli ultimi lavoretti portati a scuola per il mercatino di Natale. Stelle di feltro da appendere all'albero suggeritemi da Anna. E in questi giorni ne prepareremo altre per il nostro alberello.
Avrei voluto farle con la pasta di sale, ma siccome non sempre mi viene bene e un po' per pigrizia, ci siamo diverti lo stesso con il das, che è già pronto, basta solo colorarlo!!!

Ultime decorazioni. Decoupage su palle di plastica dura, prendendo spunto dal lavoretto che aveva fatto mio figlio a scuola per Natale. La prima con presepe e la seconda con due Babbi Natale e intorno c'è del nastrino per appenderle.
Poi vi farò sapere invece se riusciremo ad andare al Mercatino e a comprare qualcosa, perché è lo stesso giorno in cui il mio ometto ha la visita ortopedica e la rimozione del gesso.


martedì 13 dicembre 2011

Marbré al cioccolato

Preparato ieri sera per la colazione.
Ho rotto 3 uova separando gli albumi dai tuorli. Ho sbattuto i tuorli con 180 g di zucchero. In un altra ciotola ho lavorato 125 g di burro con la frusta fino a diventare cremoso. Ho incorporato i tre tuorli, 230 g di farina e una bustina di lievito, mescolato fino ad ottenere un impasto omogeneo. Ho poi montato i tre albumi a neve con un pizzico di sale e li ho uniti alla pasta mescolandoli dal basso in alto. Nel frattempo ho imburrato uno stampo da plum cake. Ho diviso il composto in due parti più o meno uguali, questa parte l'ha voluta fare mio figlio e si è divertito molto. In una parte ha aggiunto 30 g di cacao e nell'altra una bustina di vanillina. Dovete ora versare l'impasto nello stampo imburrato, alternando i due tipi, in  modo da fare 4 strati.( uno bianco e uno nero, uno bianco e uno nero, per intenderci)
Cottura circa 40 minuti in forno caldo a 200°.
Perfetto da inzuppare nel latte o nel tè.

lunedì 12 dicembre 2011

Segnalibri in feltro

Altro lavoretto fatto nei pomeriggi freddi chiusi in casa a causa  del gesso del piccolo.
Abbiamo realizzato alcuni segnalibri in feltro. Ritagliato delle sagome lunghe di vari colori : un segnalibro azzurro, un altro fucsia e rosa, un altro ancora verde chiaro e verde scuro e uno fucsia
Ho cucito con il punto festone le due strisce e poi  abbiamo decorato seconda la nostra fantasia : con bottoni colorati di varie dimensioni, con decorazioni natalizie di cartone o con tag colorate e plastificate.
Siamo rimasti soddisfatti del risultato, sono davvero carini!!!
E sono stati portati a scuola per essere venduti al Mercatino di Natale. Un altro piccolo contributo.

venerdì 9 dicembre 2011

Il venerdì del libro : Ho il tuo numero

Giorni fa mi è capitato di leggere un post su questo sito Homemademamma  : Il venerdì del libro ed ho deciso di aderire a questa iniziativa.
Il mio libro del venerdì è :
Ultimo libro della Kinsella. Come già molte di voi sanno, adoro la Kinsella, ho letto tutti i suoi libri e li ho amati tutti, soprattutto quelli di I love shopping, non ci si può non affezionare a Becky.
Anche questo mi è piaciuto molto, ecco la trama da Ibs :
"Cosa accade se ti scippano il telefonino e tutta la tua vita è lì dentro? Ti senti persa, naturalmente. È quello che capita a Poppy, una scombinata fisioterapista prossima alle nozze con un affascinante docente universitario. Proprio quando il telefono le serve per una faccenda a dir poco urgente! Perché tra le altre cose, nel bel mezzo di una festa con le amiche ha appena perso il suo prezioso anello di fidanzamento, uno smeraldo come non ne ha mai visti nella sua intera esistenza. Poppy è nel panico, e mentre cerca affannosamente l'anello perduto cosa vede in un cestino dei rifiuti? Un cellulare nuovo di zecca che sembra aspettare proprio lei. È un attimo. Ed è suo. Non può permettersi il lusso di rimanere scollegata, non in questo momento. Ma di chi è quel telefono? E a cosa si riferiscono gli strani messaggi che riceve? Poppy non ha il tempo di farsi troppe domande. Ha un anello da ritrovare, un matrimonio da organizzare e qualche cosuccia in sospeso con i suoi futuri suoceri. Ma non sa che quel telefono e lo sconosciuto con cui si troverà a condividerlo le metteranno a soqquadro la vita..."


Poppy è un personaggio simpatico, un pò matto e tanto divertente. Un libro che ho divorato in pochi giorni, molto ironico e scorrevole, da leggere per passare qualche ora di relax. Non si può non affezionarsi a questa storia d'amore nata per sbaglia e grazie ad un telefonino. Davvero un bel libro, la Kinsella ha fatto ancora centro e mi ha fatto sognare con una storia diversa dalle solite.


Buona lettura.






giovedì 8 dicembre 2011

Sfogliatine alle mele e alla nutella

Qualche pomeriggio fa abbiamo avuto visite inaspettate e siccome non avevamo molti dolci da offrire, in poco tempo ho fatto queste sfogliatine, che sono veloci e di effetto.
Ho ritagliato a quadrati la pasta sfoglia che avevo in frigo, su alcune ho spalmato la marmellata di albicocche e mele a fettine e su altre la crema di cioccolato con granella di nocciole. Ho infornato a 180° per circa 20 minuti e cosparso di zucchero a velo. Le ho servite tiepide con tè caldo ai frutti di bosco!
Sono piaciute sia ai bambini che ai genitori.
A volte li faccio anche con le pere e scaglie di mandorle.

mercoledì 7 dicembre 2011

Agendina rivisitata


Tra i vari "ciapini" che ho fatto in queste mattine a casa c'è stato anche la rivisitazione di un'agendina che tengo sempre in borsetta per segnare di tutto e di più, dai numeri di telefono agli appuntamenti, dai libri che vorrei leggere agli appunti delle riunioni.
Siccome mi ero stancata di vederla, anche se ancora ha molto spazio ed era semi nuova. Ho deciso di rivestirla con del feltro verde ( speranza) ed ho incollato sopra la mia iniziale in feltro azzurro, alcuni bottoni azzurri, un fiocchetto blu e alcuni rombi dorati.
A volte basta poco per valorizzare un oggetto e per renderlo come nuovo.
Al prossimo "ciapino" visto che in questo periodo sarà il tempo, sarà che siamo costretti a casa, ma siamo diventati produttivi.

martedì 6 dicembre 2011

Zebuk a dicembre

Questo mese su Zebuk : Scopriamo Bianca Pitzorno, scrittrice per bambini e non che apprezzo molto : 

Invece per l'autore del mese sarà la volta di Bernard Cornwell, per intenderci quello che ha scritto la saga di Excalibur di cui ho letto il primo volume Il Re d'Inverno e nei prossimi giorni troverete la mia recensione: 

E infine per i consigli dello Staff: Lo staff indaga, vi presenteremo alcuni tra i più grandi investigatori di tutti i tempi, io mi sono cimentata nella lettura di Assassinio sull'Orient Espress di Agatha Christie con protagonista il grande Poirot.

Vi aspetto su Zebuk e buona lettura.

lunedì 5 dicembre 2011

Mollette chiudi pacco


Fa passare le ore ad un bambino con il gesso al piede e che non può tanto muoversi non è semplice. Tra le tante cose fatte in questi giorni, ci sono state anche queste mollette chiudi pacco per il Mercatino di Natale che si terrà a scuola.
Il piccolo ha dipinto con vernice spray oro o argento delle comuni mollette di legno.
Mentre si asciugavano mi ha aiutato a ritagliare delle sagome dal feltro ( calza, alberello, campana, omino di zenzero e bastoncino di zucchero) li abbiamo decorati con pezzi di feltro colorato, con bottoni o con perline.
Quando le mollette si sono asciugate abbiamo incollato con la colla a caldo le sagome di feltro.
Quello sopra è il risultato, dobbiamo solo abbellire la campana pensavo con del glitter oro, che non abbiamo in casa, ma completeremo nei prossimi giorni.
Siamo rimasti contenti entrambi ed abbiamo passato un bel pomeriggio a "ciapinare"

venerdì 2 dicembre 2011

Ciambella noci, pere e gocce di cioccolato


Le foto non sono venute benissimo e soprattutto non sono riuscita a fotografare la torta intera, visto che il piccolo dopo avermi aiutato a prepararla l'ha voluta subito assaggiare.
Eccovi la ricetta che ho visto in tv alla trasmissione i Menu di Benedetta che non mi perdo mai, con alcune mie modifiche.
Ingredienti :
3 bicchieri di farina 
2 bicchieri di zucchero ( secondo il maritino ci voleva un po' più di zucchero, magari 2 bicchieri e mezzo)
3 uova
1 bicchiere di latte
1/2 bicchiere di olio ( io ne ho messo meno)
una bustina di lievito
2 pere ( ne ho usata una visto che i ragazzi non amano particolarmente la frutta nei dolci)
noci ( ho usato la granella di noci che avevo in casa)
gocciole di cioccolato ( ho usato le codette)

Per prima cosa ho impastato farina e zucchero. In un'altra ciotola ho sbattuto le uova con il latte e l'olio.
Ho unito l'impasto secco con quello più liquido. Ho aggiunto la pera sbucciata e tagliata a dadini, la granella di noci, se usate le noci vanno ovviamente schiacciate. Ho unito le codette di cioccolato e la bustina di lievito.
Imburrato e infarinato uno stampo per ciambella, infornato a 180° per 40 minuti. Io sinceramente l'ho lasciata in forno un po' di più, fate la prova stecchino, dipende dal forno e considerate che viene una torta bella alta. Spolverizzato con zucchero a velo e codette di cioccolato.
E' finita in meno di due giorni.

giovedì 1 dicembre 2011

To do list Dicembre

Dicembre, il mese autunnale/invernale che preferisco, perché ci sono le feste Natalizie, si sta insieme, c'è tanta aria di festa e di famiglia.
Ecco la mia to do list :
1. Preparazione addobbi natalizi e oggettini per il Mercatino di Natale a scuola.
2. Colloquio prof. al Liceo.
3. Visita ortopedica e rimozione gesso, con riabilitazione per il piccolo.
4. Ricominciare a correre per non essere appesantita in vista delle abbuffate.
5. Comprare regali di Natale, preparare bigliettini di auguri e pensare al menu della Vigilia.
Mi tengo abbastanza leggera questo mese perché è già impegnativo di per sé e man mano se riesco aggiungerò altri punti.
Buon dicembre.

mercoledì 30 novembre 2011

To do list novembre incompleta

Non mi sembra vero che anche il mese di Novembre sia volato via così velocemente, mi sembrava ieri che scrivevo la to do list di questo mese, che già devo pensare alla prossima!!
Vediamo se ho fatto tutto, ma so già che non è così:
Il piccolo è stato ricoverato, e questo è stato un grosso pensiero, anche se la ripresa sarà lunga, siamo già a buon punto. Riunioni a scuola e colloquio del piccolo sono stati fatti, mentre il prossimo mese dovrò iniziare a fare quelli per il grande al liceo. Mi sono dedicata pochino alla ricerca del lavoro, qualche annuncio e qualche iscrizioni a società interinali, ma in questo mese i miei pensieri erano altri, diciamo che questo punto lo sposterei volentieri al mese di gennaio dopo le feste natalizie. Ho festeggiato il mio compleanno in discoteca e poi ovviamente a casa con i familiari con un bel pranzo e con qualche regalino.
Non sono riuscita ad andare alla Fiera di Bologna Mondo Creativo, ma spero tanto sia più semplice andarci in primavera e non sono ancora riuscita a comprare il materiale per iniziare ad usare l'uncinetto.
Abbiamo provato ad usare lo sparabiscotti. Per gli addobbi ho fatto qualche lavoretto, ma ancora c'è molto da fare...

martedì 29 novembre 2011

Blog Candy Il nido di Ale

Eccomi qui a partecipare al bellissimo blog Candy della mia amica del Forum di MammaFelice, Bietolina. 
La scadenza per partecipare è l' 8 dicembre 2011, partecipate numerosi. Il premio è quello nella foto, tre basi in stoffa per marionette, un grembiule per un piccolo cuoco/a, un ricettario Barilla e un po' di materiale creativo, che non guasta mai.
Spero di essere la fortunata!!!

venerdì 25 novembre 2011

Il mio piccolo e l'intervento

E' già passata una settimana dallo scorso venerdì quando ci hanno telefonato dall'ospedale Gaetano Pini per avvisarci che il piccolo sarebbe stato ricoverato per l'intervento al piede piatto sx e sembrava che questo giorno non arrivasse mai!!!
Invece eccoci già a casa da qualche giorno. Siamo arrivati in ospedale alle 8 e purtroppo fino alle 13 abbiamo dovuto ingannare il tempo in sala d'aspetto, alle 14 siamo scesi in sala operatoria sia io che mio marito ad accompagnarlo, prima di scendere piangeva un po' ( mio figlio ha il terrore degli aghi) poi siamo riusciti a calmarlo, grazie anche al personale dell'ospedale che era molto allegro e scherzoso. Alle 14.15 siamo risaliti in camera, ed è iniziata la lunga attesa...alle 16.15 il mio piccolino è salito in reparto sul lettino, ma era abbastanza sveglio, raccontava l'accaduto ( cio' che si ricordava ovviamente) e si lamentava di aver fame, buon segno. Gli hanno fatto l'anestesia totale, ma ha reagito bene, nessuna controindicazione, niente vomito, niente nausee, pressione ok e alle 19 circa dopo la visita dell'anestesista ha potuto mangiare. La cena era pastina con formaggio ( tanta era la fame che mi ha detto che era buonissima!!) prosciutto cotto e purè.
Nonostante l'ingessatura ( nell'intervento gli hanno allungato l'achilleo e inserito una vite) ha dormito tutta la notte, dalle 22.15 circa fino alle 5 del mattino, poi si è riappisolato un po' fino alle 7.30. Io purtroppo non ho quasi chiuso occhio, non c'erano brandine e neanche sdraio, ho riposato su una sedia pieghevole, durissima e scomodissima. Ma il mio ometto è stato davvero bravissimo.
Al mattino, il piccolo anche dopo la colazione era debole, la fisioterapista lo ha fatto alzare e camminare con le stampelle, si è sentito male, sudava e lo hanno riaccompagnato in camera con la carrozzina.  Gli ho preso una bella cioccolata calda e alcuni biscotti  al distributore automatico ed ha riprovato a rialzarsi con l'aiuto del papà, è andata meglio. Decisamente non ha dimestichezza con le stampelle, non è facile...Dopo un po' di indecisione i dottori ci hanno mandato a casa alle 14.
I primi giorni per calmare il dolore usavamo la tachipirina, ora va meglio è subentrato il solletico, la voglia di grattarsi il piede.  Comincia anche a muoversi meglio con le stampelle, dal divano riesce ad alzarsi da solo e lunedì tenterò di portarlo a scuola, per la prima settimana magari facendo la mezza giornata, per evitare il caos organizzativo della mensa e per fare che non rimanga troppo indietro.
Le giornate in casa sono abbastanza lunghe, anche perché di solito si alza presto, per fortuna non sono mancate le visite di amici e parenti ad intrattenerlo. Ci vediamo insieme un dvd al giorno, la voglia di coccole è tanta, gioca un'oretta o poco più alla play station 3, facciamo insieme un po' di compiti ogni giorno per non restare troppo indietro. Gli ho comprato qualche giornalino di enigmistica, giochiamo a carte. Oggi ci cimenteremo in qualche lavoretto natalizio e per il mercatino di natale. Purtroppo sulla sedia è abbastanza scomodo, preferisce di gran lunga il divano, si accettano suggerimenti di passatempi per ragazzini di 10 anni...

venerdì 18 novembre 2011

Discoteca e giovani

Tra i regali di questo compleanno, ho ricevuto anche l'ingresso per un disco pub, da parte di mia sorella e di mio fratello. E' stata una serata diciamo diversa dal solito. Io non amo particolarmente ballare, non ne sono capace, anche se la musica mi piace. Non andavo a ballare da anni. Il locale era piccolo, stretto e affollato. La musica altissima, si faticava a ballare e a spostarsi per andare in bagno o a prendere una bibita. Tralasciamo i "prezzi fissi"della consumazione che magari hanno il vantaggio di farsi che i giovani bevano meno, o almeno lo spero. Ma mi sono sentita un po' a disagio, non per la mia età perché c'erano anche persone molto più grandi di me, ma diciamo non è il mio ambiente. Ed ho fatto molte considerazioni, come possono i giovani divertirsi in questo modo? Anche io sono stata ragazza, andavo in discoteca pochissimo, un po' perché non mi piaceva molto e poi perché i miei non volevano. In effetti gli orari sono incredibili. Eravamo con amici di mio fratello. Siamo usciti di casa a mezzanotte passata ( non vi dico il sonno, ero in piedi dalle 7) e siamo rientrati alle 4 passate. La cosa che non mi piace è il fatto che non si possa parlare, non si possa discutere, condividere perché la musica è alta non permette nessuna comunicazione. Sono uscita tutta frastornata, se poi ci si aggiunge l'alcool o altro, capisco l'effetto finale. Sono arrivata alla conclusione che i miei figli non entreranno in discoteca prima che compiano 18 anni!!! A parte gli scherzi la battuta con loro l'ho fatta, ma sarà anche stato perché era in centro a Milano, perciò un'ora per arrivare, c'erano alcune facce e non riesco a pensare ovviamente che i miei figli possano stare in certi posti, non avrei mai creduto di pensare certe cose ma le ho pensate, mi sono rivista in mia madre, con la differenza che lei diceva per sentito dire, mentre io ho visto...e con il tempo certe cose, certe facce e certi atteggiamenti li dimentichi. Per non parlare del fatto che non avendo una figlia femmina la cosa mi tranquillizza, visto che le ragazze erano più nude che vestite, facevano balli sexy e si facevano palpare ovunque!!! Spero solo davvero che la richiesta di andare a ballare arrivi il più tardi' possibile, potrebbe venirmi un'infarto, un'attesa troppo logorante...A volte rimpiango che i figli crescano troppo in fretta e non posso non pensare quello che diceva mia nonna Figli piccoli pensieri piccoli, figli grandi pensieri grandi!!! Quanto è vero...

giovedì 17 novembre 2011

Christmas Contest MammaFelice

Finalmente riesco a partecipare a questo bel Contest di MammaFelice :
Ecco il mio lavoretto :
Una decorazione in feltro fatta in pochissimo tempo.
Ho ritagliato delle sagome di carta, poi sovrapposte su avanzi di feltro, e ritagliate le sagome di feltro.

Ho incollato le singole lettere su un nastro rosso...
Su ogni lettera ho incollato delle decorazioni veloci , tipo gli occhi sulla lettera A, un bottone a forma di goccia sulla lettera U, un bottone sulla lettera G, un cuoricino sulla lettera U, un pizzo sulla lettera R.

Una stellina sulla lettera I e un piccolo albero con delle perline colorate attaccate sull'abete alla fine e un fiore di feltro all'inizio della decorazione.
Ideale da attaccare alla porta d'ingresso.


mercoledì 16 novembre 2011

Ultime letture





Questi sono tra gli ultimi libri che ho letto la scorsa settimana. Entrambi due libri molto forse troppo toccanti.
Il primo "102 minuti" di Jim Dwyer  e Kevin Flynn, ossia la storia mai raccontata delle migliaia di persone che lottarono per sopravvivere all'interno delle Twin Towers . Un libro letto tutto d'un  fiato, difficile staccarsi da queste pagine. I due autori sono partiti da un punto di osservazione diversa, ossia la tragedia vissuta all'interno. I 102 minuti sono proprio il tempo trascorso da quando il primo aereo si abbatte sulla prima torre a quando tutto crolla. Vite che si spezzano e vite che si salvano, la storia mai raccontata di migliaia di persone, minuto per minuto. Una vera tragedia che ricordo ancora troppo bene.
Invece il secondo libro che mi ha molto commosso "Aspettando Gabriel" di Amy Kuebelbeck - nove mesi e centoquarantotto minuti d'amore. L'ho letto in una serata ed ho pianto per molto tempo. Amy era incinta di 5 mesi e mezzo del suo terzo figlio quando scopre che il suo bambino è affetto da malformazione cardiaca che non gli avrebbe permesso di vivere. Amy e il marito guidati dalla fede e dalle persone che gli sono rimasti accanto furono costretti a prendere la decisione più difficile. Ho trovato Amy e la sua famiglia straordinari, una forza e un amore fuori dal normale. Nessun genitore dovrebbe sopravvivere ad un figlio.
Buona lettura

martedì 15 novembre 2011

Il tempo ritrovato...

Sono a casa dal lavoro da circa tre settimane e mi sento bene. Un po' mi manca la giornata scandita dal solito tran tran. Certo la preoccupazione per la ricerca del nuovo posto di lavoro c'è.  Non posso negare che qui nei piccoli paesi nei dintorni di Milano, c' è tanta crisi. Io mi sono imposta di cercare qualcosa con calma, adesso la mia prima priorità è il mio piccolino. Mi sono iscritta a qualche società interinale e messo annunci vari. Ma per ora nulla!
Giorni fa, una mia amica mentre prendevamo insieme il thè, mi chiedeva se mi annoiavo a casa ed io ho risposto di no. Mi piace stare a casa. E' difficile annoiarsi, ho molto tempo per me, che un po' prima mi mancava. Molto tempo da dedicare a quello che mi piace fare: leggere un libro sul divano a qualunque ora, navigare liberamente  in rete, fare le decorazioni natalizie,  fare esperimenti in cucina. La mia amica si annoia in casa, lei lavora tre mezze mattine alla settimana e non ha hobby. In questo mi sento fortunata mi piace fare tante cose, o almeno provarci...e poi ci sono i figli, comunque mi alzo tutte le mattine alle 6, il pranzo da preparare per me e il maggiore,  la cena, la casa da pulire ( pulizie approfondite in angoli nascosti, ogni tanto ci vuole anche questo) i vari spostamenti dei figli ( feste, sport, ecc) e poi aiutare i ragazzi a studiare. Ho tempo per quelle cose che prima non riuscivo a fare quasi mai, bere il caffè dai miei genitori ogni tanto al mattino,  prendere il thè con le amiche, girare per centri commerciali senza la ressa dei fine settimana...
Devo proprio affermare che mi piace stare a casa e per quest'anno non mi dispiacerebbe continuare così. E riprendere con l'anno nuovo: anno nuovo, vita nuova e lavoro nuovo.
Magari tra qualche settimana cambierò idea e sentirò la mancanza dell'ufficio, per ora non è così, e ne sono contenta.


lunedì 14 novembre 2011

Giveaway di Novembre dell'albero della vita



Partecipo volentieri al secondo giveaway di novembre dell'Albero della vita, e spero tanto di vincere il porta-aghi e il puntaspilli , sono davvero bellissimi. Partecipate numerosi, mi raccomando.

sabato 12 novembre 2011

Buon Compleanno a me...



Auguri di Buon Compleanno a me...e sono 39 anni...i 40 si avvicinano e sinceramente non me li sento. Posso solo augurarmi che questo nuovo anno sia migliore di quello passato e che ci porti la tanto serenità agognata e spero un buon posto di lavoro retribuito...

venerdì 11 novembre 2011

Crostata con philadelphia milka

Ecco la crostata con la Philadelphia Milka preparata giorni fa.
La ricetta della crostata è questa :
200 gr di farina, 100 gr di zucchero, 135 gr di burro a temperatura ambiente, un uovo, un cucchiaino di lievito e un pizzico di sale.
Qui ci sono i trucchetti e la spiegazione e da quando seguo la ricetta di Anna, la crostata non mi si rompe mai, è un successone. Dopo aver impastato il tutto, ho messo un foglio di carta da forno nello stampo per crostate, ho steso la pasta ed  ho ricoperto con una confezione di Philadelphia Milka, ho ritagliato dei cuoricini dalla pasta in eccesso li ho posizionati sopra la torta, ho cosparso con granella di nocciole ed ho infornato per circa 45 minuti a 180°.

giovedì 10 novembre 2011

Ring Una madre lo sa


Mesi fa ho iniziato il mio primo ring sul Forum di Mamma Felice mettendo a disposizione un libro richiestomi da alcune amiche : Una madre lo sa. In questi giorni il ring è finito e mi è tornato indietro il libro, con le varie impressioni che voglio condividere con voi e se qualcun'altro lo ha letto mi piacerebbe leggere cosa ne pensa.

29/07/2010
"E' il primo ring che inizio, anche se ho già partecipato ad altri. Lo faccio volentieri perché questo libro, che ho letto in poche sere e l'ho apprezzato molto perché racconta storie vere di donne e di mamme...come me e come voi. Buona lettura" Angela

20/09/2010
"Ho bevuto questo libro. L'ho letto come un'assetata che improvvisamente si trova di fronte ad un ruscello di acqua fresca e limpida. Mi sono innamorata di Concita non appena ho letto l'introduzione e fino alla fine ho ringraziato Angela, che l'ha fatta scoprire. Grazie ancora, Angela, perché se è vero che ogni giorno si impara e si cresce, con questo libro sono cresciuta di un bel po'! Non perché possa essere da un libro che si impara ad essere madri, ma perché spesso si tende a dimenticare certe cose e darne per scontate altre. E allora fa bene all'anima vederle scritte." Silvia -Polepole

19/10/2010
"Riflessioni importanti scritte in forma lieve e incisiva. Non tutti hanno il pregio della leggerezza, che non vuol dire superficialità. Sono rimasta molto colpita da alcune immagini e da alcune osservazioni. Essere donne - e madri - è davvero tenere insieme le cose e dunque vivere pienamente, in barba alle categorie. Grazie di aver condiviso questo libro." Chiara - Yeni belqis

03/01/2011
"Che bello questo libro! L'ho letto in appena due giorni, tutto d'un fiato. E' intelligente, ben scritto, graffiante fino ad essere crudele...ma è vero fino all'ultima parola, e dice cose che a volte noi madri non abbiamo il coraggio di dire." Chiara - Aspirantemamma

04/04/2011
"Un librino letto in mezza giornata ( e poi trattenuto a casa mia per oltre un mese...perdonatemi, se potete!)
Mi è piaciuto molto il modo in cui è stato scritto, la semplicità con la quale sono stati affrontati molti argomenti. In un certo senso è stato quasi terapeutico poterlo leggere. Grazie per aver condiviso." Silvia - Silbi

13/05/2011
"Grazie mille Angela per avermi permesso di partecipare al mio primo book ring. Bello il libro, ma credo troppo bello per me". Raffaella - Morgana.





mercoledì 9 novembre 2011

Sparabiscotti


Nei giorni di festa passati, ho già spuntato uno dei punti della  to do list di novembre : ossia imparare ad utilizzare lo spara biscotti.
Lo avevo comprato anni fa, ma usato una sola volta perché non ci riuscivo e pensavo di aver fatto un pessimo affare. Poi in questi giorni di festa con i consigli della mia amica Anna, ho riprovato ad usarlo ed è andata meglio, non sono ancora perfetti, ma almeno sono usciti dei biscotti decenti di aspetto, e buonissimi.
Ho provato, vista la passione del piccolo per il cocco a farli appunto al cocco.
Eccovi la ricetta, e soprattutto è  proprio vero vanno sparati su qualcosa di silicone perché sulla carta da forno non ci siamo riusciti. Devo dire anche che la maggior parte li ha fatti il mio piccolo, che si è proprio divertito, io rimango della mia idea, preferisco di gran lunga le classiche formine.

Ingredienti :  40 gr di farina di cocco, 160 gr di farina, un uovo, 100 gr di burro morbido, 100 gr di zucchero e un cucchiaino di lievito per dolci.
Impastare il tutto e poi via di sparabiscotti...

martedì 8 novembre 2011

Cinema : Matrimonio a Parigi

Matrimonio a Parigi - visualizza locandina ingrandita

Su richiesta del piccolo qualche sera fa siamo andati al cinema e non sapendo bene cosa vedere, i ragazzi hanno scelto  "Matrimonio a Parigi" una commedia divertente.
Non amo particolarmente Massimo Boldi, ma qualche risata ce la siamo comunque fatti. La sala era piena.
Da cooming soon :
Durante una vacanza in Francia, per far visita al figlio Mirko, un industriale milanese abituato ad evadere il fisco con ogni mezzo (Massimo Boldi) incontra Gennaro (Biagio Izzo), un finanziere rispettoso della legge, un onestissimo uomo del Sud. Il destino vuole che le due famiglie si ritrovino nella stessa camera d'albergo e che Mirko s'innamori di Natalina (Diana Del Bufalo), figlia di Gennaro.


Moltissime coincidenze e un finale inaspettato. Ho trovato molto divertente e simpatico Biagio Izzo nel personaggio del finanziere.
Qualche ora di divertimento ogni tanto ci vuole.

lunedì 7 novembre 2011

A novembre su Zebuk

Questo mese su Zebuk troverete : 
Per i bambini Fate, folletti, gnomi e altre creature fantastiche.  E anche i sottoscrittori daranno una mano allo staff per recensire queste strane creature, dunque vi aspettiamo numerosi. 
Per i consigli dello staff vi porteremo per le vie di Londra, qui c'è la mia recensione. 
E l'autore del mese sarà Eoin Colfer, il papà di Artemis Fowl ( il primo romanzo che leggo ma che ho apprezzato molto, anzi nei prossimi giorni troverete anche la recensione di La lista dei desideri, che mi è piaciuta ancora di più.)

E per gli Young Adult restiamo in tema Fate con Herbie Brennan. 
Seguiteci e buona lettura.